Come trovare lavoro in una agenzia di comunicazione

Agenzie di comunicazione, web agency, agenzie pubblicitarie. 5+1 consigli per farsi assumere

Come trovare lavoro nelle agenzie di comunicazione
17/06/2022

Agenzie di comunicazione, agenzie pubblicitarie, agenzie che vendono servizi di consulenza, agenzie di marketing, agenzie di digital marketing. I lavori del futuro, dicono. Non è un caso infatti che andando su Linkedin si trovano centinaia di offerte di lavoro inerenti al mondo digital. Una svolta? Macché. Dopo mezz’ora, le candidature sono già 350 e cercare di emergere diventa sempre più complicato. In questo articolo proviamo a darti qualche consiglio per trovare lavoro nelle agenzie di comunicazione. Sappiamo che è un compito arduo, ma pensiamo che sia importante avere qualche informazione in più per evitare di commettere errori in fase di candidatura. 

Network marketing e digital marketing

Non sono la stessa cosa. Quando ti candidi, fai sempre attenzione alle differenze che ci sono tra questi due mondi. Il network marketing è un sistema commerciale di vendite che prevedere un rapporto diretto con il cliente, il digital marketing è un mondo complesso fatto di ruoli e figure digitali ben precise. Non candidarti a caso come networker se non ti piace l’aspetto commerciale, non ti prenderanno mai in considerazione. Se invece vuoi lavorare nel digital marketing, si apriranno molte porte ma non cantare vittoria troppo presto.  Anche se conosci i social network più famosi, non è detto che tu sia un social media manager.

Specializzati in quello che fai, sfrutta i corsi di formazione sul marketing digitale presenti sul web (come Carriere.it e Learnn) e non smettere mai di essere curioso. Il mondo del marketing è fatto di avvoltoi che non vedono l’ora di poterti mettere all’angolo per una tua mancanza. C’è un ricambio che neanche immagini, molte agenzie non investono sulle persone ma sul ricambio. Dentro una risorsa, errore, via, dentro l’altra e via andare. Non è sempre così, naturalmente, ma ti devi preparare al peggio.

Bandi a fondo perduto e digitalizzazione imprese

Ti starai chiedendo: ma qual è il senso di parlare di bandi a fondo perduto e digitalizzazione aziendale in un articolo che parla di lavoro? Guardati attorno: molte aziende non hanno i soldi per piangere e sono costrette a “rimandare” i progetti digitali a data da destinarsi. L’Europa (e l’Italia) sono molto sensibili a queste tematiche e negli ultimi anni hanno promosso voucher digitali, bandi per la digitalizzazione a fondo perduto e finanza agevolata per sostenere le imprese dal lato digitale.

Questo è il mondo in cui è inserito il digital marketing, non dimenticarlo mai. Dimentica il mondo delle favole dove c’è il social media manager che si sveglia con il sorriso e fa dei post meravigliosi e tutti sono contenti. Il SMM è radicato nella realtà e vive di riflesso tutto quello che accade attorno a questo mondo. Informati sui bandi, il futuro della digitalizzazione è in questa direzione e se sei specializzato in questo settore o comunque sei al corrente di quello che sta accadendo, avrai un punto in più agli occhi dei recruiter. Per delineare una strategia di marketing, c’è spesso bisogno di aiutare il cliente a reperire fondi.

Sei sicuro di conoscere Facebook e il Metaverso?

Tutti abbiamo Facebook e tutti lo sappiamo utilizzare, o almeno così sembra. L’invito che ti faccio però è quello di riflettere in maniera profonda sulle tue skills e di farti alcune domande: ma io so davvero la differenza fra account business e account pubblicitario? So cambiare le carte di credito da un account a un altro? Conosco la differenza fra Business Creator, Meta Business Suite e Gestione Inserzioni? Conosco la differenza tra fare un ads e fare metti in evidenza dalla bacheca? Sembrano domande banali ma invece sono fondamentali. Quando entriamo nell’operativo, saremo giudicati per quello che facciamo e non avremo mai una seconda occasione per fare una prima buona impressione.

Quindi attenzione a quando compili il tuo curriculum: metti quello che sai fare e se non sai una cosa, chiedi a Google. Di solito ti risponde in pochi millesimi di secondo. Le agenzie pubblicitarie a Roma sono quasi 15 mila. Hai capito? 15 mila agenzie di comunicazione e marketing solo a Roma. Può essere facile trovare lavoro, ma allo stesso modo può essere facile perderlo. Ecco perché devi diventare il personal branding di te stesso e vendere bene le tue competenze.

Certificazioni Google Adwords

Se vuoi essere assunto, certificati. Pensa a Google Ads. Forse non sai che le agenzie di comunicazione partner di Google possono avere il badge solo se hanno account certificati. Se un’agenzia pubblicitaria certificata Google deve aggiungere il tuo account per gestire campagna di Google Ads, ha bisogno che tu sia certificato. Nel caso in cui tu non lo fossi, per l’agenzia potresti rappresentare un problema. La certificazione Google Ads può essere una discriminante fondamentale. Certo, se ti candidi come seo copywriter non è un problema, come potrai immaginare.

Se ti stai chiedendo quanto costa la certificazione Google Ads e come si ottiene, la risposta te la diamo noi. Per ottenere la certificazione Google Ads per un'area di prodotto Google Ads, devi superare un test specifico che è disponibile tramite Skillshop. Le certificazioni sono disponibili per le seguenti aree di prodotto Google Ads: rete di ricerca, Rete Display, pubblicità video, annunci Shopping, app e misurazioni. Il costo è di 200 euro (ampiamente accessibile).

Non venderti come esperto di digital marketing

Arriviamo al tasto dolente. Se sai davvero cos’è il digital marketing, sai anche quanto è importante non vendersi come un esperto. Questa parola nel corso degli anni ha perso forza e reputation e non ha più senso promuoversi come tuttofare o come esperto. Le aziende tendono a non assumere persone saccenti e arroganti che si pongono su un piedistallo, tendenzialmente preferiscono assumere persone che possono pagare poco e che possono rendere tanto.

Noi di dunp promuoviamo un percorso di crescita totalmente differente e assumiamo sempre persone, ma sappiamo bene cosa c’è fuori. Per questo motivo vogliamo metterti in guardia. Non pensare di entrare in una agenzia e di trovare sorrisi, caffè caldissimi, amore e affetto come nelle migliori famiglie. Nelle agenzie di comunicazione si lavora sodo e si tiene botta con scadenze, riunioni fiumi, call, briefing e molto altro. Non è tutto social, quello che luccica.

Cerca le agenzie pubblicitarie famose

Sì, molto probabilmente non ti prenderanno mai. La possibilità che una top agency possa assumerti è senza dubbio ridotta. Ad ogni modo, tentar non nuoce. Fatti un giro su internet, ricerca le agenzie pubblicitarie o le agenzie di comunicazione più famose in Italia e manda un curriculum. Abbandona Europass, solo a leggerlo alle agenzie (fra cui noi) viene una fastidiosa orticaria. Non c’è più tempo per leggere un curriculum formato Europass, se pensi che una volta aperta una posizione arriva una media di 100 cv all’ora.

Crea un curriculum creativo che mette in mostra le tue competenze e fatti conoscere per quello che sei. E non mandare la lettera di presentazione modalità Totò e Peppino che elenca la tua vita a partire dalla tua nascita. A nessuno interessa se ti piacciono gli hamburger o se preferisci il mare o la montagna. Alle agenzie interessa che cosa puoi fare per loro. E non hai molto tempo per farlo capire, si racconta che un recruiter ci metta più o meno 9 secondi per scartare una candidatura. Rifletti bene, hai pochissimo tempo e non puoi perderti in chiacchiere. Ci sono nuove figure professionali che stanno nascendo e sul web ci sono elenchi su elenchi con le professioni digital più richieste in futuro. Scegli chi vuoi essere e parti. In bocca al lupo.

Vuoi saperne di più? Richiedi una consulenza