Come trovare lavoro in una agenzia di comunicazione

Agenzie di comunicazione, agenzie pubblicitarie e digital agency. 5+1 consigli per farsi assumere nelle web agency e avere successo come freelance

Come trovare lavoro nelle agenzie di comunicazione
22/01/2023

Agenzie di comunicazione, agenzie pubblicitarie, agenzie che vendono servizi di consulenza, agenzie di marketing, agenzie di digital marketing. I lavori del futuro, dicono. Non è un caso infatti che andando su Linkedin si trovano centinaia di offerte di lavoro inerenti al mondo digital. Una svolta? Macché. Dopo mezz’ora, le candidature sono già 350 e cercare di emergere diventa sempre più complicato. In questo articolo proviamo a darti qualche consiglio per trovare lavoro nelle agenzie di comunicazione. Sappiamo che è un compito arduo, ma pensiamo che sia importante avere qualche informazione in più per evitare di commettere errori in fase di candidatura. 

Agenzia di comunicazione: lavorare nel digital marketing

Il continuo processo di digitalizzazione che ha travolto la nostra società, ha fatto sorgere delle nuove figure lavorative fondamentali nel nuovo mondo dei social network. Al giorno d’oggi, se un’azienda o un brand vuole farsi conoscere, è bene che abbia un buon posizionamento in rete. Essendo questo un prerequisito diventato essenziale, soprattutto negli ultimi anni, esistono dei professionisti che se ne occupano.

Affinché un’azienda abbia un’efficace visibilità sui social è importante che si rivolga ad un’agenzia di comunicazione. Un’agenzia di comunicazione si occupa di promuovere l’immagine del suo cliente, la sua attività di business ed i suoi  prodotti o servizi. Questa si occupa di scegliere i mezzi di comunicazione ed i canali con i quali un brand entra in contatto con i suoi clienti. Le piattaforme sulle quali operano le agenzie sono sia online che offline. Questo perché, oltre alla visibilità sui social, un brand può essere presente in radio, in televisione, sulla cartellonistica o in allestimenti e fiere di settore. Pianificare la propria comunicazione su canali online e offline andrà ad incrementare la brand reputation. All’interno dell’agenzia di comunicazione troviamo un team di professionisti che si coordinano per soddisfare tutte le esigenze dei clienti. Dall’Amministratore Delegato agli stagisti, andiamo a vedere di quali figure si compone e di cosa si occupano.

L’organico: come si compone un’agenzia di comunicazione

Un’agenzia di comunicazione, indipendentemente dalle sue dimensioni, è composta da specialisti con compiti diversi, ma che conseguono lo stesso obiettivo. Partendo da quella che è tra le figure più importanti, troviamo l’Amministratore Delegato. Anche chiamato CEO si occupa di amministrare l’organizzazione dell’agenzia, gestendo il budget, gli investimenti, il mercato, le partnership e i prodotti. Il budget viene scelto e assegnato ad ogni sezione interna, finanziando i progetti per la strategia prescelta. Questa figura si fa carico dell’agenzia per gestirla al meglio, per condurre al successo l’intero team.

Oltre alle capacità lavorative, l’amministratore delegato deve avere anche capacità psicologiche. Lui infatti, deve avere un atteggiamento comprensivo nei confronti dei suoi colleghi, così da facilitare la collaborazione e creare un piacevole ambiente lavorativo. Gli aggettivi che caratterizzano l’amministratore delegato sono grinta, determinazione e soprattutto ambizione. Il Social Media Manager è una professione che sta sempre più prendendo piede all’interno delle agenzie di comunicazione e non solo, visto il suo ruolo cardine per la strategia di marketing.

Le figure che lavorano nel social media management

Il Social Media Manager si occupa di creare contenuti social, genera traffico verso l’azienda o brand, gestisce la reputazione online, la community e modera le pagine. Inoltre, si occupa della pianificazione della strategie e della definizione degli obiettivi. La sua responsabilità primaria è quella di sviluppare un piano marketing per i social media, il quale si compone di altre tre attività. In primo luogo si sviluppa il brand per promuoverlo e posizionarlo, si identifica il target di riferimento al quale indirizzare il prodotto/servizio e infine si impostano degli obiettivi realistici e definiti.

L’Account Manager è quella figura che congiunge il cliente con l’agenzia di comunicazione, salvaguardando che i contatti tra i due restino saldi. Individuando i bisogni e le esigenze del cliente, ne coordina il lavoro dell’agenzia. L’account manager ha un ruolo importante nell’acquisizione e nella fidelizzazione dei clienti.

Questo professionista ha una posizione fissa all’interno dell’agenzia, condividendone gli obiettivi e i valori. Simile al ruolo precedente, c’è il Project Manager, il quale si occupa dei progetti digitali. Dopo la consulenza con i clienti guida il team incaricato del progetto verso l’obiettivo. Il PM si assicura che il lavoro venga svolto nei tempi previsti, prestando attenzione alla qualità e ai costi prestabiliti.

Content management

Il Content Manager è incaricato nella creazione dei contenuti, raccontando l’azienda o brand con uno storytelling accattivante. Realizza e pubblica i testi per i siti web, newsletter, articoli per blog, post social e testi di e-commerce. Definisce la content strategy organizzando e pubblicando le informazioni, creando contenuti che rispondano alle ricerche degli utenti, suscitandone l’interesse e stimolando l’engagement. Questa strategia è sempre in linea con gli obiettivi aziendali, la mission e la vision, oltre che con il target.

L’Advertising Specialist è colui che si occupa delle campagne pubblicitarie online e del mail marketing. Identificando gli obiettivi aziendali,  va ad identificare i canali più adatti per la promozione aziendale o del prodotto del cliente. A fianco del web developer e del graphic designer, l’advertiser specialist crea delle landing pages che siano efficaci e performanti per le sue campagne pubblicitarie. Una volta che la campagna è online, il suo lavoro è costante per il controllo degli annunci e dei loro componenti. Infatti, l’advertiser specialist si occupa del continuo controllo di keywords, landing page e copy affinché la sua campagna sia efficace.

Graphic design e web develompment

Il Graphic Designer è specializzato nella progettazione della comunicazione visiva. Usufruendo di software e altri strumenti, realizza un contenuto grafico per veicolare messaggi e attrarre clienti. Può inoltre intervenire sul design delle interfacce online e per migliorare la user experience. Oltre che nelle agenzie di comunicazione, questa figura lavora anche come freelance. Il Copywriter è lo specialista che si occupa di elaborare i testi pubblicitari. L’obiettivo di questi testi è convertire i lettori in clienti. Il suo compito quindi è quello di redigere testi ed ottimizzarli in ottica SEO, così che compaiano nei motori di ricerca. Affinché questi siano efficaci, il copywriter deve utilizzare una scrittura persuasiva e adattare ogni messaggio al target di riferimento.

Il Web Developer ha il compito di creare siti web ed applicazioni, in base alle necessità dell’azienda. Il suo lavoro si basa sia sulla user experience che sui contenuti. Le sue funzioni comprendono la progettazione dell’architettura e della mappa del sito, l’implementazione dei database, il caricamento di elementi multimediali e contenuti testuali. Una volta creato il sito o l’applicazione, il Web Developer esegue i test per risolvere eventuali bug e problemi tecnici. Tra queste figure ci sono anche gli stagisti e tirocinanti. Queste due figure si differenziano per il loro percorso di formazione. Nonostante entrambi siano presenti nell’agenzia di comunicazione per imparare il mestiere, gli stagisti intraprendono tale percorso facoltativamente, mentre i tirocinanti hanno l’obbligo per diplomi o corsi di specializzazione.

Network marketing e digital marketing

Non sono la stessa cosa. Quando ti candidi, fai sempre attenzione alle differenze che ci sono tra questi due mondi. Il network marketing è un sistema commerciale di vendite che prevedere un rapporto diretto con il cliente, il digital marketing è un mondo complesso fatto di ruoli e figure digitali ben precise. Non candidarti a caso come networker se non ti piace l’aspetto commerciale, non ti prenderanno mai in considerazione. Se invece vuoi lavorare nel digital marketing, si apriranno molte porte ma non cantare vittoria troppo presto.  Anche se conosci i social network più famosi, non è detto che tu sia un social media manager.

Specializzati in quello che fai, sfrutta i corsi di formazione sul marketing digitale presenti sul web (come Carriere.it e Learnn) e non smettere mai di essere curioso. Il mondo del marketing è fatto di avvoltoi che non vedono l’ora di poterti mettere all’angolo per una tua mancanza. C’è un ricambio che neanche immagini, molte agenzie non investono sulle persone ma sul ricambio. Dentro una risorsa, errore, via, dentro l’altra e via andare. Non è sempre così, naturalmente, ma ti devi preparare al peggio.

Bandi a fondo perduto e digitalizzazione imprese

Ti starai chiedendo: ma qual è il senso di parlare di bandi a fondo perduto e digitalizzazione aziendale in un articolo che parla di lavoro? Guardati attorno: molte aziende non hanno i soldi per piangere e sono costrette a “rimandare” i progetti digitali a data da destinarsi. L’Europa (e l’Italia) sono molto sensibili a queste tematiche e negli ultimi anni hanno promosso voucher digitali, bandi per la digitalizzazione a fondo perduto e finanza agevolata per sostenere le imprese dal lato digitale.

Questo è il mondo in cui è inserito il digital marketing, non dimenticarlo mai. Dimentica il mondo delle favole dove c’è il social media manager che si sveglia con il sorriso e fa dei post meravigliosi e tutti sono contenti. Il SMM è radicato nella realtà e vive di riflesso tutto quello che accade attorno a questo mondo. Informati sui bandi, il futuro della digitalizzazione è in questa direzione e se sei specializzato in questo settore o comunque sei al corrente di quello che sta accadendo, avrai un punto in più agli occhi dei recruiter. Per delineare una strategia di marketing, c’è spesso bisogno di aiutare il cliente a reperire fondi.

Sei sicuro di conoscere Facebook e il Metaverso?

Tutti abbiamo Facebook e tutti lo sappiamo utilizzare, o almeno così sembra. L’invito che ti faccio però è quello di riflettere in maniera profonda sulle tue skills e di farti alcune domande: ma io so davvero la differenza fra account business e account pubblicitario? So cambiare le carte di credito da un account a un altro? Conosco la differenza fra Business Creator, Meta Business Suite e Gestione Inserzioni? Conosco la differenza tra fare un ads e fare metti in evidenza dalla bacheca? Sembrano domande banali ma invece sono fondamentali. Quando entriamo nell’operativo, saremo giudicati per quello che facciamo e non avremo mai una seconda occasione per fare una prima buona impressione.

Quindi attenzione a quando compili il tuo curriculum: metti quello che sai fare e se non sai una cosa, chiedi a Google. Di solito ti risponde in pochi millesimi di secondo. Le agenzie pubblicitarie a Roma sono quasi 15 mila. Hai capito? 15 mila agenzie di comunicazione e marketing solo a Roma. Può essere facile trovare lavoro, ma allo stesso modo può essere facile perderlo. Ecco perché devi diventare il personal branding di te stesso e vendere bene le tue competenze.

Certificazioni Google Adwords

Se vuoi essere assunto, certificati. Pensa a Google Ads. Forse non sai che le agenzie di comunicazione partner di Google possono avere il badge solo se hanno account certificati. Se un’agenzia pubblicitaria certificata Google deve aggiungere il tuo account per gestire le campagne di Google Ads, ha bisogno che tu sia certificato. Nel caso in cui tu non lo fossi, per l’agenzia potresti rappresentare un problema. La certificazione Google Ads può essere una discriminante fondamentale. Certo, se ti candidi come seo copywriter non è un problema, come potrai immaginare.

Se ti stai chiedendo quanto costa la certificazione Google Ads e come si ottiene, la risposta te la diamo noi. Per ottenere la certificazione Google Ads per un'area di prodotto Google Ads, devi superare un test specifico che è disponibile tramite Skillshop. Le certificazioni sono disponibili per le seguenti aree di prodotto Google Ads: rete di ricerca, Rete Display, pubblicità video, annunci Shopping, app e misurazioni. Il costo è di 200 euro (ampiamente accessibile).

Non venderti come esperto di digital marketing

Arriviamo al tasto dolente. Se sai davvero cos’è il digital marketing, sai anche quanto è importante non vendersi come un esperto. Questa parola nel corso degli anni ha perso forza e reputation e non ha più senso promuoversi come tuttofare o come esperto. Le aziende tendono a non assumere persone saccenti e arroganti che si pongono su un piedistallo, tendenzialmente preferiscono assumere persone che possono pagare poco e che possono rendere tanto.

Noi di dunp promuoviamo un percorso di crescita totalmente differente e assumiamo sempre persone, ma sappiamo bene cosa c’è fuori. Per questo motivo vogliamo metterti in guardia. Non pensare di entrare in una agenzia e di trovare sorrisi, caffè caldissimi, amore e affetto come nelle migliori famiglie. Nelle agenzie di comunicazione si lavora sodo e si tiene botta con scadenze, riunioni fiumi, call, briefing e molto altro. Non è tutto social, quello che luccica.

Cerca le agenzie pubblicitarie famose

Sì, molto probabilmente non ti prenderanno mai. La possibilità che una top agency possa assumerti è senza dubbio ridotta. Ad ogni modo, tentar non nuoce. Fatti un giro su internet, ricerca le agenzie pubblicitarie o le agenzie di comunicazione più famose in Italia e manda un curriculum. Abbandona Europass, solo a leggerlo alle agenzie (fra cui noi) viene una fastidiosa orticaria. Non c’è più tempo per leggere un curriculum formato Europass, se pensi che una volta aperta una posizione arriva una media di 100 cv all’ora.

Realizza un curriculum creativo che mette in mostra le tue competenze e fatti conoscere per quello che sei. E non mandare la lettera di presentazione modalità Totò e Peppino che elenca la tua vita a partire dalla tua nascita. A nessuno interessa se ti piacciono gli hamburger o se preferisci il mare o la montagna. Alle agenzie interessa che cosa puoi fare per loro. E non hai molto tempo per farlo capire, si racconta che un recruiter ci metta più o meno 9 secondi per scartare una candidatura. Rifletti bene, hai pochissimo tempo e non puoi perderti in chiacchiere. Ci sono nuove figure professionali che stanno nascendo e sul web ci sono elenchi su elenchi con le professioni digital più richieste in futuro.

(articolo di Angelo Dino Surano)

Vuoi saperne di più? Richiedi una consulenza