#SaveRummo: i social a sostegno del pastificio

#SaveRummo: i social a sostegno del pastificio

 

Nella notte tra il 14 e il 15 Ottobre scorso la città di Benevento è stata messa in ginocchio da un violento nubifragio che ha costretto il sindaco della città a chiedere l'aiuto dell'esercito per fronteggiare l'emergenza. A subire enormi danni sono stati anche alcune aziende della zona: Agrisemi Minicozzi, Metalplex e il pastificio Rummo.

Al momento dell'alluvione all'interno del pastificio erano presenti 15 persone che hanno combattuto, nel vero senso della parola, contro la pioggia rifugiandosi agli ultimi piani dell'edificio per proteggersi dall'acqua. Sono andati distrutti quintali di prodotti, macchinari e materie prime.

Immancabile, però, arriva il supporto dei Social, ormai l'avamposto di moltissime campagne solidali.

Per prima cosa è stata creata una pagina Facebook, che oggi raccoglie già 94000 iscritti, la quale a suon di hashtag #SaveRummo chiede ai sostenitori di aiutare il pastificio acquistando i prodotti del Sud per risollevare le economie dell'azienda colpita da questo disastro. 

L'obiettivo è quello di condividere sui social principali l'hashtag ufficiale della campagna così da coinvolgere più gente possibile e aiutare l'azienda italiana.

E sembra che l'obiettivo sia stato raggiunto anche all'estero, dato che da New York arrivano foto a sostegno della causa.

Rummo New York

Non è mancato il coinvolgimento di personaggi famosi come Fiorello e Selvaggia Lucarelli, solo per fare un esempio.

Rosario Fiorello Rummo Selvaggia Lucarelli Rummo

 

Le campagne social virali sono spesso oggetto di critiche, vedi il caso dell'Ice Bucket Challenge, nata con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla SLA e stimolare la donazione a favore della ricerca, che ha avuto non pochi detrattori. L'accusa è quella di mostrarsi e basta senza passare realmente all'azione e all'impegno nella vita reale.

Quel che è certo è che le piattaforme virtuali possono essere una cassa di risonanza unica, più veloce e immediata rispetto ad altri mezzi. Provare non costa nulla, anzi!